Coltelleria Einstein
Via Serra 9
15122 Valmadonna (AL)
Tel. / Fax: +39.
0131.1924142
Mob. +39 348.8720266
Email: coltelleria_einstein@tin.it


Spettacoli Progetti Formazione Rassegne e Festival
 
Home
Chi siamo
Contatti
Rassegna stampa
Calendario
Progetti
 
Coltelleria Einstein
Profilo facebook

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 



Di
Giorgio Boccassi e
Donata Boggio Sola

Con
Donata Boggio Sola
Giorgio Boccassi

Regia
Giorgio Boccassi
Donata Boggio Sola

Tecnico luci e suoni
Diego Gottardo

Scenografia   
Props and Decors

Immagini tratte da dipinti di
Matteo Olivero e di altri pittori divisionisti


si ringrazia  il pastore Sergio Serra
Il mulo, la neve, il pastore
ispirato ad un'antica leggenda della Val Maira
riferita al Colle del Mulo

Progetto Interreg. Italia/Francia Alcotra - Pluf!
(Progetto Ludico Unificato per le famiglie)

età consigliata: dai 5 ai 10 anni

…a volte per fantasticare desidero
essere un agnellino, o essere il gregge tutto,
per andare sparso per tutto il pendio
ed essere molte cose felici allo stesso tempo.
(F. Pessoa)

Una pastorella chiama le sue pecore. Tutte hanno un nome.
Da sempre l’essere umano dà i nomi alle cose e al creato.
Vicino ai prati dove pascola il gregge, però c’è un Colle ancora senza Nome.
In questa storia teatrale il Colle senza Nome avrà finalmente il suo Nome.

L’amico inseparabile della pastorella è un mulo generoso e infaticabile.
Insieme vivono l’estate in alpeggio fra lavori e incanti.
Improvvisa una tempesta di neve li sorprende e sarà difficile salvarsi.

La storia è ispirata a una leggenda della Val Maira.
Nella leggerezza del linguaggio teatrale, si fa una riflessione sul rapporto dell’uomo con la natura, in particolare con gli animali.
L’uomo non è il padrone della terra ma è solo un custode passeggero come il pastore che cammina sui prati. Deve ricominciare ad ascoltare la natura come ci insegnano gli animali.

Colorano il quadro vivente dello spettacolo alcuni particolari delle opere del pittore divisionista Matteo Olivero, nativo di Acceglio, che ha ritratto le amate montagne dell’Alta Val Maira, teatro della storia.
Nella sua vibrante pittura prendono vita la bellezza e la potenza misteriosa di una Natura che lascia senza parole.

Galleria fotografica


  
      
Foto della compagnia 


   

Scarica scheda PDF e
Scheda didattica


 
Video